Come comprendere al meglio le caratteristiche d’uno Smartphone Android


Anche se ormai gli Smartphone sono presenti da molti anni nelle nostre esistenze, non si può negare che c’è sempre qualcosa che ci prende in decisa confusione. Cosa significa che è presente lo Snapdragon? Oppure l’Exynos? E che differenza fa avere a disposizione il Dimensity contro l’Helio? Vi sono poi alcune differenze fra i banchi di memoria, la RAM

Come capire qualcosa di più

In questa guida parleremo di alcuni degli aspetti che riguardano le caratteristiche degli Smartphone d’oggi, e come si può iniziare a farne di più un senso chiaro fra i tanti aspetti tecnologici presenti nel cellulare.

Cominciamo dal discorso del Chipset. Da come alcuni già sono a conoscenza, questo è il cuore di ogni Smartphone che si può definire come tale: si tratta d’un componente che include praticamente tutto. Nel chipset è presente il processore, la RAM e la memoria interna. Spesso il chipset prende comunque il nome che viene normalmente assegnato al processore. Ad esempio nel Galaxy S21 FE 5G è presente il chipset Exynos 2100 (la versione europea, almeno). Il processore è un Octa-Core Cortex X1 , A78 e A55. Tuttavia il nome del chipset viene spesso associato a questo modo.

La battaglia dei chipset è sempre all’ordine del giorno, con persone che controllano quale fra questi è sempre il più potente. Vi sono numerosi strumenti che possono informarvi se un chipset è più potente dell’altro, tuttavia strumenti come Versus  e GsmVersus possono davvero dare un punto fermo ad alcune analisi di superficie.

Le differenze tra 4G e 5G

Ad ulteriore consiglio sulla questione dei chipset, ricordatevi sempre di controllare la differenza che vi può essere fra un’edizione 4G ed una 5G, e così anche per il futuro: alcuni Smartphone tendono ad adottare un chipset completamente differente per questo discorso.

La memoria interna

Questa è facile da giudicare, ma non tutti se ne rendono apertamente conto: gli smartphone fanno uso degli eMMC 5.1 e l’UFS 2 o 3. Le memorie UFS sono le più veloci, ed ovviamente più la versione è alta, maggiore è la velocità con il quale comunica. Inoltre, più è grande la memoria, maggiore sarà la durata dello Smartphone nel tempo – oltre che ridurre i rallentamenti dovuti ad uno spazio libero fin troppo occupato.

Oltre ciò, non mancano altri aspetti che riguardano ad esempio la ricezione. Questo ricade in due aspetti che sono il numero di canali radio usati per comunicare liberamente, ad esempio il Realme GT2 Pro ha 20-22 canali 4G con il quale comunica, il Galaxy S21 FE ne ha 17, ed ovviamente il tipo di antenna utilizzata, che non viene comunque riportata nella maggior parte delle volte. Il numero di canali sfruttati non è un’indicazione finale, ma è comunque un buon punto d’inizio. Un altro aspetto riguarda il valore SAR emesso dal cellulare. 

Ovviamente, il discorso dello Schermo e della Fotocamera sono anche fattori cruciali per molti. Lo schermo si basa su diverse tecnologie, che può essere il Super AMOLED, Dynamic AMOLED 2X o LED PO2 AMOLED. Attraverso questi prodotti bisogna sempre calcolare la risoluzione e la densità dei Pixel: ad esempio il Galaxy S21 FE ha uno schermo Dynamic AMOLED 2X da 6.4 pollici con una risoluzione 1080 x 2400 a 411 ppi di densità. Più la densità è alta, meglio è, anche se ovviamente anche la dimensione dello schermo in questo caso conta.

In conclusione

E così, andiamo a parlare infine della fotocamera: il numero di obiettivi è importante, ma solo se si ha intenzione di accedere a più effetti. Infatti nelle composizioni a più obiettivi, una fotocamera svolge differenti scopi. Ad esempio nel Galaxy S21 FE sono presenti tre obiettivi: uno Wide, uno Telephoto ed uno Ultrawide. Il sensore centrale è quello che effettua gli scatti in genere più “normali”. La potenza dei megapixel è relativa, considerando che anche un obiettivo da 12 Mpx può scattare ottime foto, ma è naturalmente la dimensione del sensore principale a decidere molti dei dettagli finali.